mercoledì 12 ottobre 2016

Autunno


Io all’autunno preferisco l’estate: è la mia stagione, col caldo, i profumi agrumati, il sole, i colori, Invece l’autunno è il momento di raccoglimento: di tisane al finocchio davanti alla finestra ad affacciarsi fuori e a riflettere sul passato magari. Il momento delle foglie che cadono, delle castagne raccolte da terra da tenere in tasca contro il raffreddore. Il momento del crepuscolo e delle albe fresche che ti bagnano il viso. I primi grigi pomeriggi di Torino a fare le vasche in centro ed a pentirsi di stare fuori. L’autunno è fatto di questo: coperte, vin brulée, weekend passati a guardare film alla TV. Avvicinamenti, calore corporeo, storie d’amore che si affacciano timide. Toccatine, toccate e fuga, fughe romantiche nel sud della Francia a bere vino e ad annusare campi di lavanda. Vita. Vita vissuta e scaldata sotto il piumone e coppie di giovani che limonano duro sulle panchine a costruir ricordi che un giorno o spezzeranno loro il cuore o li faranno sorridere.

Nessun commento:

Posta un commento